BONUS MOBILI 50%

BONUS MOBILI 2020

Come funziona il Bonus mobili 2020? Le regole da seguire per ottenere la detrazione del 50% per gli arredi ed elettrodomestici. I requisiti e le condizioni necessarie per beneficiare di questo sgravio fiscale.

La Legge di bilancio ha esteso anche per il 2020 la possibilità di fruire di sconti fiscali per gli arredi degli appartamenti, rientrante nel pacchetto lavori per recupero edilizio.

Bonus mobili ed elettrodomestici

Cos’è

Il Bonus mobili 2020 consiste in una detrazione Irpef del 50% per le spese di acquisto di mobili ed elettrodomestici finalizzati all’arredo di immobili oggetto di lavori di ristrutturazione edilizia, avviati prima del 2020.

Il Bonus mobili 2020, riguarda tutte quelle parti che sono specificatamente attinenti alle opere da realizzare: ad esempio gli arredi per il bagno qualora si proceda alla ristrutturazione dello stesso.

Ma anche arredi, armadi, scaffalature, ecc., purché funzionali e attinenti ai lavori di ristrutturazione.

L’importo totale che è possibile portare in detrazione, comprensivo di prestazioni professionali, non può superare il tetto massimo di 10.000 euro per ogni proprietario.

In linea generale, il bonus mobili trova applicazione per gli acquisti sostenuti dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2020 ma, proprio in merito ai lavori di ristrutturazione, è necessario fornire alcuni chiarimenti.

Il meccanismo su cui si basa il bonus mobili 2020 è a scalare, ovvero:

  • Qualora i lavori siano iniziati dal 2019, sono agevolati gli acquisti eseguiti fino a fine 2020;
  • Qualora, i lavori siano iniziati dal 2018, rientrano gli acquisti effettuati fino a fine 2019;
  • Infine, se sono iniziati dal 2017, gli acquisti fino a fine 2018.

I contribuenti che hanno avviato un intervento edilizio entro il 31 dicembre 2018, pertanto, oggi sono tagliati fuori dal bonus mobili, ma potranno usufruire dell’agevolazione per gli interventi nuovi avviati da ora alla fine dell’anno.

I beneficiari della detrazione

L’agevolazione in commento spetta ai:

  • Proprietari degli immobili;
  • Titolari di diritti reali sugli immobili (uso, usufrutto, etc).

Deve trattarsi di soggetti titolari del diritto che abbiano sostenuto le relative spese. In generale possono fruire di questa agevolazione:

  • Proprietari o nudi proprietari;
  • Titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie);
  • Locatari o comodatari;
  • Soci di cooperative divise e indivise;
  • Soci delle società semplici;
  • Imprenditori individuali, per gli immobili non rientranti fra i beni strumentali o merce.

Ha diritto alla detrazione anche il familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile oggetto dell’intervento. Questo purché tale soggetto sostenga le spese e siano a lui intestati bonifici e fatture.

4 Agosto 2020

L’amore per il riposo

Filosofia Sartoriale del Dormire Manifattura e maestria artigianali Materassi Earth Line in in lattice e cocco

more

1 Gennaio 2020

CONSULENZA, CONSEGNA e POST-VENDITA.

La ditta GALLI MOBILIFICIO snc di Paolo GALLI & C. ha origine all’inizio del secolo scorso quando fu fondata da GALLI Serafino (bisnonno degli attuali soci). Gran parte della nostra clientela lo è diventata tramite il passaparola di...

more

1 Gennaio 2020

Tipi di Legno per Arredamento

Il legno è il materiale per eccellenza nel campo dell’arredamento. Le strutture dei mobili (e spesso anche il loro aspetto), sono sempre state realizzate con esso, perché questo materiale, tra le sue qualità intrinseche, ha la resistenza, la...

more

8 Gennaio 2020

La nostra storia

UN PO’ DI STORIA L’attuale ditta GALLI MOBILIFICIO snc di Paolo GALLI & C. ha origine all’inizio del secolo scorso quando fu fondata da GALLI Serafino (bisnonno degli attuali soci). Dopo di lui i figli Alessandro e Giuseppe...

more